Buoni Propositi 2018 #9

Ultimamente ho scoperto una nuova passione: il bullet journal. In realtà sono sempre stata una persona molto creativa e sin da piccola carta, pastelli e pennarelli mi portavano fuori della realtà, in un mondo magico fatto di colori e sogni. Un paio di forbici mi permettevano di inventare mondi fatati e ricordo con profondo affetto questi preziosi momenti della mia infanzia. Crescendo non ho del tutto abbandonato le mie passioni, trasformandole in divertenti hobby grazie ai quali, ad esempio durante le feste, mi diverto a creare biglietti di auguri per amici e parenti.

Il bullet journal dicevo…se qualcuno fosse interessato a questo metodo di organizzazione che mischia creatività e pianificazione vi anticipo che sto pensando di scrivere un articolo dedicato. Per ora mi limito a citarlo per spiegare quanto è importante coltivare le proprie passioni anche solo per poco tempo ogni giorno. Che sia dipingere, leggere libri di astronomia, fare volontariato o giardinaggio poco importa; conta come ci fa sentire fare una qualsiasi di queste attività.

Avere una o più passioni accresce la nostra  motivazione, ci rende più sereni e entusiasti, ci regala momenti di divertimento e…incredibile! Fa si che il tempo passi in un baleno! Se riusciamo a trasformare in passione il nostro lavoro allora non dovremo lavorare una sola ora della nostra vita.

Per entrare in connessione con noi stessi e capire quali sono le nostre passioni è importante la componente psicologica della motivazione. La motivazione è la spinta che che fa si che rimaniamo orientati sul compito in modo da riuscire a portare a termine i nostri obiettivi.  Capire cosa ci fa stare bene non è sempre semplice: per farlo occorre ritrovare il legame con il nostro “bambino interiore”: infatti molto spesso da adulti entriamo in una soffocante routine che spegne le passioni e ogni entusiasmo. Allora ci dimentichiamo dei nostri sogni e desideri e lasciamo che i doveri ci sovrastino.

Questa settimana prova a ….: prova a cercare dentro di te il tuo bambino interiore. Chiediti come eri da piccolo: Cosa ti piaceva fare? Per cosa provavi entusiasmo? C’è qualcosa che vorresti provare di nuovo o che hai abbandonato e ti manca?

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *